Albo Nazionale Gestori Ambientali – Delibera n. 14 del 21/12/21

Global Consulting sas

Albo Nazionale Gestori Ambientali – Delibera n. 14 del 21/12/21

Con delibera n. 14 del 21/12/21, l’ Albo Nazionale Gestori Ambientali  ha definito il modello unico e i contenuti del Formulario di trasporto per i rifiuti provenienti dalle attività di manutenzione delle reti fognarie di qualsiasi tipologia – Il nuovo formulario entrerà in vigore a partire dal 30 aprile 2022.

La vidimazione virtuale del formulario  sarà possibile tramite apposita applicazione digitale resa disponibile sul sito dell’Albo Nazionale Gestori
Ambientali. Una volta ottenuta la vidimazione il FIR  dovrà essere stampato e compilato in duplice copia.

Al seguente indirizzo è disponibile una videoguida su “Definizione del modello unico e dei contenuti del formulario di trasporto rifiuti ai sensi dell’art. 230 c. 5 del D.Lgs. 152/2006” (rifiuti da manutenzione fognaria) – Delibera n. 14 del 21 dicembre 2021.

Clicca qui.

Albo Gestori Ambientali – Chiarimenti circa l’efficacia e la validità dei provvedimenti di iscrizione e rinnovo

Global Consulting sas

Albo Gestori Ambientali – Circolare n. 13 del 21 dicembre 2021  ” Chiarimenti circa l’efficacia e la validità dei provvedimenti di iscrizione e rinnovo. “

In ordine alle diverse richieste pervenute al Comitato nazionale sulla validità dei provvedimenti di iscrizione e rinnovo dell’Albo e sulla corretta data da inserire all’interno del F.I.R., l’Albo Gestori Ambientali  ha fornito i seguenti chiarimenti.

1) Provvedimenti di iscrizione e rinnovo dell’Albo.
Il Comitato nazionale rimanda al contenuto della delibera n.1 del 10 febbraio 2016 e della successiva delibera n.2 del 24 giugno 2020, con le quali il Comitato nazionale ha già avuto modo di disciplinare la validità dei provvedimenti stessi.

2) Corretta data da inserire all’interno del F.I.R.
Viene chiarito che la data da riportare all’interno del F.I.R. deve coincidere con quella di inizio validità del provvedimento autorizzativo. In fase di prima iscrizione tale data coincide con quella di notifica del provvedimento, analogamente in fase di rinnovo, se il provvedimento è notificato all’impresa successivamente alla scadenza dell’iscrizione.
Qualora il provvedimento di rinnovo, venga notificato all’impresa prima della scadenza dell’iscrizione in essere, l’efficacia dello stesso decorre dal giorno successivo alla scadenza.

Albo Gestori Ambientali – Chiarimenti iscrizione nella sottocategoria D7.

Global Consulting sas

Albo Gestori Ambientali – Circolare n. 11 del 22 novembre 2021  ” Raccolta e trasporto di rifiuti abbandonati sulle spiagge marittime e lacuali e sulle rive dei corsi d’acqua – Chiarimenti “

Con la Circolare n. 11 del 22 novembre 2021 l’Albo Gestori Ambientali ha ritenuto di chiarire che, l’attività di mera pulizia delle spiagge e rive, anche se effettuata mediante l’utilizzo di macchine operatrici e/o veicoli uso speciale, finalizzata al solo raggruppamento dei rifiuti, non necessita di iscrizione all’Albo in quanto attività preliminare alla raccolta.
Analogamente in tutti i casi in cui l’attività sia riconducibile al concetto giuridico di cui all’art. 183, comma 1 lettera n) secondo e ultimo periodo del D.Lgs 152/2006 non si configura un’attività di gestione dei rifiuti e pertanto lo svolgimento della stessa non necessita dell’ iscrizione all’Albo.
Diversamente, se il servizio fornito si caratterizza per lo svolgimento di entrambi le fasi: la prima di pulizia, con l’uso anche di macchine operatrici e/o veicoli ad uso speciale impiegati sulle spiagge e sulle rive dei corsi d’acqua, e la seconda di trasporto, con autocarri o altri tipi di veicoli atti al carico, per il trasporto dal deposito temporaneo alla destinazione intermedia o finale, il soggetto che effettua entrambe le fasi deve essere iscritto all’ Albo nella pertinente sottocategoria D7.
Nei casi in cui si svolga unicamente la seconda fase, è richiesta l’iscrizione all’Albo nella pertinente Categoria 1: “raccolta e trasporto di rifiuti urbani”, senza obbligo di iscrizione nella sottocategoria D7.

Albo Gestori Ambientali – Delibera n. 7 del 28 luglio 2021 “Adeguamento al D. Lgs 116 del 2020”

Global Consulting sas

Albo Gestori Ambientali – Delibera n. 7 del 28 luglio 2021 “Adeguamento al D. Lgs 116 del 2020”

Dal 1 settembre 2021 i soggetti iscritti o che intendono iscriversi nella categoria 4 dell’Albo per l’attività di raccolta e trasporto di rifiuti speciali non pericolosi, possono trasportare tutti i rifiuti elencati nell’allegato L-quater e prodotti dalle attività riportate nell’allegato L-quinquies, allegati alla parte IV del decreto legislativo 3 aprile 2006 n. 152, introdotti dall’articolo 8 del decreto legislativo 3 settembre 2020 n. 116, solo se prodotti da utenza non domestica e gestiti al di fuori del servizio pubblico (es. appalti Comunali per la RSU e/o differenziata ecc.) ai sensi dell’art. 198 comma 2 bis del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152e s.m.i.

Esempio 1:

Caso 1)

Produttore/Detentore di uno dei rifiuti sotto elencati che  non intende affidarli al servizio pubblico (rifiuti urbani) bensì ad un soggetto privato.

– iscrizione all’Albo Gestori Ambientali necessaria per il trasporto: Cat. 4

Caso 2)

Produttore/Detentore di uno dei rifiuti sotto elencati che intende affidarli al servizio pubblico (rifiuti urbani).

– iscrizione all’Albo Gestori Ambientali necessaria per il trasporto: Cat. 1

Esempio 2:

Trasporto di rifiuto CER 20.03.07 (rifiuti ingombranti).

Se affidati al servizio di raccolta comunale il trasporto deve essere effettuato con  la categoria 1, se affidato a soggetti privati (imprese) per il recupero/smaltimento il trasporto deve essere effettuato con la categoria 4.

Iscrizione “White List” per le imprese.

Iscrizione “White List” per le imprese.

Presso la Prefettura  è istituito dal 14 agosto 2013 l’elenco dei fornitori, prestatori di servizi ed esecutori di lavori non soggetti a tentativo di infiltrazione mafiosa, operanti nei settori esposti maggiormente a rischio (c.d. “White List”) previsto dalla legge 6/11/2012, n. 190, così come modificata dal Decreto Legge 24 giugno 2014, n. 90 convertito con modificazioni con Legge 11 agosto 2014, n. 144 e dal D.P.C.M. del 18 aprile 2013 pubblicato in G.U. il 15 luglio 2013, come modificato dal D.P.C.M. del 24 novembre 2016 pubblicato in G.U. il 31 gennaio 2017.
L’elenco è stato nuovamente modificato con il D.L. 8 aprile 2020, n. 23 (c.d. Decreto Liquidità) introdotto dalla Legge di conversione 5 giugno 2020 n. 40, che prevede l’inserimento di nuove attività nell’elenco di cui all’art. 1, comma 53, della Legge 6 novembre 2012 n. 190 (c.d. “Legge Anticorruzione”).

Nei settori “a rischio”,  è stata inserita questa voce:

• servizi ambientali, comprese le attività di raccolta, di trasporto nazionale e transfrontaliero, anche per conto di terzi, di trattamento e di smaltimento dei rifiuti, nonché le attività di risanamento e di bonifica e gli altri servizi connessi alla gestione dei rifiuti

Consigliamo  quindi di contattare la Prefettura di competenza e procedere (se del caso) con la richiesta di iscrizione.