Modifiche apportate al D.Lgs. 209/2003 dal D.Lgs. 3 settembre 2020, n. 119

Modifiche apportate al D.Lgs. 209/2003 dal D.Lgs. 3 settembre 2020, n. 119

In data 12 settembre è stato pubblicato  il D.Lgs. 119/2020  recante “Attuazione dell’articolo 1 della Direttiva (Ue) 2018/849, che modifica la Direttiva 2000/53/Ce relativa ai veicoli fuori uso”.

Il decreto entrerà in vigore dal prossimo 27 settembre e introduce alcune modifiche al D.Lgs. 209/03.

Modifiche apportate al D.Lgs. 209/2003:

Art. 5 c. 5

Convenzione con il Produttore di autoveicoli in caso di consegna del veicolo da parte del detentore alla concessionaria o succursale della casa che provvederà alla radiazione al PRA.

Art. 5 c. 8

30  gg di tempo per la radiazione al PRA

Art. 5 c. 10

Gli estremi della ricevuta dell’avvenuta denuncia e consegna delle targhe e dei documenti relativi al veicolo fuori uso sono annotati dal titolare del centro di raccolta, dal concessionario o dal gestore della casa costruttrice o dell’automercato

sull’apposito registro unico telematico dei veicoli fuori uso (in attesa di apposito Decreto)

Art. 6 c. 2 l. a)

Effettuare entro dieci giorni lavorativi dall’ingresso del veicolo nel centro di raccolta le operazioni per la messa in sicurezza del veicolo fuori uso di cui all’allegato I, punto 5 anche nel caso in cui lo stesso veicolo non fosse ancora stato cancellato dal PRA

Art. 6 c. 1 l. e-bis)

Eseguire le operazioni di condizionamento dei componenti di cui alla lettera e) , consistenti in pulizia, controllo, riparazione e verifica della loro funzionalità, al fine di essere reimpiegati nel mercato del ricambio.

Art. 7 c. 2 bis

Al fine di verificare il raggiungimento degli obiettivi di cui al comma 2, i responsabili degli impianti di trattamento comunicano annualmente il peso effettivo dei veicoli fuori uso ottenuto dal sistema di pesatura posto all’ingresso del centro di raccolta e i dati relativi ai veicoli trattati ed ai materiali derivanti da essi ed avviati al recupero, avvalendosi del modello di dichiarazione ambientale di cui alla legge 25 gennaio 1994, n. 70, che, a tale fine, è modificato con le modalità previste dalla stessa legge n. 70 del 1994. Sono tenuti alla predetta comunicazione anche tutti coloro che esportano veicoli fuori uso o loro componenti

Albo Gestori Ambientali – Rinnovo iscrizioni categoria 2 bis

Albo Gestori Ambientali – Rinnovo iscrizioni categoria 2 bis

Si ricorda a tutte le imprese iscritte in cat. 2-bis che, come previsto dalla normativa vigente, la durata dell’iscrizione è decennale.

Il 25 dicembre 2020 scadranno tutte le iscrizioni rilasciate dal 15 aprile 2008 al 25 dicembre 2010 (data di entrata in vigore del D.lgs. 205/2010) per un totale di circa 25.000 imprese coinvolte.
Si invitano le imprese a verificare la validità della propria iscrizione e si ricorda che, per continuare a operare, occorre presentare domanda di rinnovo dell’iscrizione tramite il portale telematico accessibile dal menu “Pratiche Telematiche” della vostra area riservata su questo sito web.
La domanda di rinnovo può essere inviata a partire da 5 mesi prima della scadenza, come previsto dal regolamento dell’Albo (D.M. 120/2014).
Prima dell’invio della domanda di rinnovo, si invita l’impresa a verificare i dati della propria iscrizione (targhe veicoli, attività svolta e codici rifiuto autorizzati) e a comunicare tempestivamente le eventuali variazioni.

Verifiche per Responsabili Tecnici – Si riprende.

Global Consulting sas_Verifiche Albo Gestori Ambientali

Albo Gestori Ambientali – Verifiche per Responsabili Tecnici – Si riprende.

Sul sito dell’Albo Gestori Ambientali è’ stato pubblicato il calendario con le SEDI E DATE delle nuove VERIFICHE PER RESPONSABILI TECNICI (Artt. 12 e 13 DM 120/2014), che si svolgeranno da settembre a dicembre 2020. Cliccare qui per scaricare il calendario.

Le sedute di esame rinviate nel periodo dell’emergenza COVID-19 con iscrizioni già chiuse, saranno recuperate nei mesi di luglio e settembre 2020. I candidati già iscritti saranno contattati dalle Sezioni regionali almeno 20 giorni prima della seduta.verifiche

ISPRA – Prime indicazioni per la gestione dei rifiuti – CoVID-19

Global Consulting sas – Norme CoVID-19

ISPRA – Prime indicazioni per la gestione dei rifiuti – CoVID-19 (Covid19)

L’Istituto Superiore di Sanita, con nota Prot n. 8293 del 12 marzo 2020, ha fornito le linee di indirizzo per la gestione dei rifiuti – CoVID-19 (Covid19), per la raccolta dei rifiuti extra-ospedalieri da abitazioni di pazienti positivi al Covid-19, in isolamento domiciliare, e dalla popolazione in generale.

Tale nota considera le seguenti due fattispecie:

1) rifiuti urbani prodotti nelle abitazioni dove soggiornano soggetti positlvi al tampone in isolamento 0 in quarantena obbligatoria;

2) rifiuti urbani prodotti dalla popolazione generale, in abitazioni dove non soggiornano soggetti positivi al tampone in isolamento 0 in quarantena

obbligatoria.

Diverse Regioni hanno gia emanato disposizioni finalizzate a recepire quanto contenuto nella nota dell’ISS, fornendo indicazioni applicative per iI conferimento e Ie operazioni di raccolta e per la successiva gestione presso gli impianti di trattamento.